Pratiche per la detrazione fiscale

Sostituire i vecchi infissi con dei nuovi, comporta, tra i vantaggi, un miglioramento dell’ isolamento termico con un conseguente risparmio energetico. Tale risparmio è dovuto principalmente alla capacità degli infissi di nuova generazione di non disperdere il calore, così in inverno ci saranno minori costi di riscaldamento e, in estate, i costi di raffrescamento saranno più contenuti, con un sicuro vantaggio economico e ambientale.

Proprio per questo motivo, presentando la dovuta documentazione, è possibile ricevere gli incentivi statali per il risparmio energetico.

agevolazione pratiche per detrazioni fiscaliPer usufruire di questa opportunità, mettiamo a vostra disposizione la nostra esperienza in questo campo, per preparare la vostra pratica in maniera corretta e sicura.

La Legge di Stabilità 2018 ha riconfermato il bonus Irpef del 50% per l’acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi che sono quindi prorogati al 31 Dicembre 2018.

Questo contributo è destinato alle persone fisiche (contribuenti), e persone giuridiche (aziende, liberi professionisti e società) possessori dell’immobile oltre che a parenti e conviventi del possessore e detentori dell’immobile (affitto, comodato d’uso, nuda proprietà) per la detrazione di spese relative all’intervento di rimozione delle finestre esistenti, fornitura e posa delle nuove finestre e prestazioni del tecnico abilitato.

La documentazione necessaria per la detrazione:

  • Dichiarazione di conformità del serramentista;
  • Fattura in cui si espliciti la mano d’opera relativa alla demolizione e allo smaltimento dei vecchi serramenti e alla posa dei nuovi;
  • Fattura di acconto con esplicitata la mano d’opera per ogni contribuente che chiede il rimborso;
  • Asserzione dei valori della trasmittanza termica dei serramenti esistenti e di quelli di nuova fornitura, completa delle prestazioni termiche dei singoli componenti delle finestre (alluminio, vetro…) di un Tecnico Abilitato;
  • Attestato di certificazione/qualificazione energetica della propria unità immobiliare o dell’edificio. (Redatto a fine intervento da un Tecnico Abilitato);
  • Scheda informativa relativa all’intervento;
  • Fattura per le prestazioni e documenti da inserire nella detrazione;
  • Dichiarazione di consenso all’esecuzione dei lavori da parte del detentore dell’edificio o dell’unità immobiliare da parte del proprietario;
  • Delibera dell’assemblea condominiale e della tabella millesimale di ripartizione delle spese nel caso di interventi effettuati su parti

Dopo avere ottenuto la documentazione, bisognerà pagare l’intervento a mezzo BONIFICO BANCARIO o POSTALE (o più bonifici se si è in più contribuenti) in cui sia ben specificato:
– la causale del versamento;
– Il codice Fiscale del beneficiario della detrazione;
– Il Codice Fiscale oppure la Partita Iva del soggetto a cui favore è stato effettuato il bonifico.

Infine bisognerà TRASMETTERE all’Enea, entro 60 giorni dalla fine dei lavori:
– l’attestato di qualificazione energetica;
– la scheda informativa, firmata dal tecnico abilitato e richiedente intervento.

POLYGON srl Unipersonale – Z.I. San Filippo – 63832 Magliano di Tenna (FM) – P.iva 02136810443 - Tel 0734632248 – Fax 0734632384

Designed by luigitrasatti.com - Powered by T.C.P. Sistemi